THE MANDALORIAN RECENSIONE

Posted on 08 Set 2020 in Attualità

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: The Mandalorian

Nazione: USA

Anno: 2019

Con: P.Pascal

INTRODUZIONE

A volte un nome forte genera aspettative per tutti i prodotti collegati ad esso, ma queste, poi, non vengono sufficientemente ripagate, dato lo scarso apprezzamento da parte del pubblico generalista. Vediamo un piccolo ma significativo esempio.

TRAMA

The Mandalorian è la prima serie tv con attori in carne ed ossa, ambientata nell’universo narrativo di Star Wars.

Su un pianeta lontano, nell’Orlo Esterno, un mercenario riceve l’incarico di recuperare un misterioso carico, si tratta di un bambino o meglio di un piccolo essere alieno di circa cinquanta anni, età che, per la sua razza corrisponde, per l’appunto a tale periodo della vita di un normale essere umano.

Gradualmente i due svilupperanno un rapporto sempre più profondo.

OPINIONI

Effettivamente sono d’accordo con le critiche espresse da chi ha commentato la serie tv poco dopo la sua uscita: The Mandalorian è stata pubblicizzata tantissimo come la prima serie tv live-action su Star Wars ed effettivamente lo è, il problema è che molti, me compreso, si aspettavano qualcosa di più dal prodotto di punta e di lancio di una nuova piattaforma.

Il risultato, invece, è stato quello di avere puntate estremamente brevi e con una trama che si conclude nell’arco di una mezz’ora, in modo cosiddetto “verticale” ovvero auto-conclusivo.

TECNICAMENTE

Le puntate di questa serie tv, dirette da nomi importanti del panorama cinematografico, sono, tutto sommato, abbastanza nella media.

Anche alcuni effetti non sono poi così convincenti, anche se, nel mio caso, non ero troppo convinto già dall’inizio.

L’ambientazione western è costruita abbastanza bene e il prodotto finale risulta, di fatto una serie di tale genere nello spazio.

CONCLUSIONI

Un prodotto chiacchieratissimo, che ha generato enormi aspettative fin dalla sua uscita in America, a novembre. Il lato positivo è che, ad oggi, questa risulta l’unica serie confermata per una seconda stagione, completata prima dello scoppio dell’attuale emergenza.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

6 UNDERGROUND RECENSIONE

Posted on 06 Mar 2020 in Attualità

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: 6 Underground

Nazione: USA

Anno: 2019

Regia: M.Bay

Con: R.Reynolds, M.Laurent

INTRODUZIONE

Ennesima pellicola che aspira ad aprire una saga, con la differenza che, solitamente, si tratta di progetti cinematografici, quindi legati a dinamiche relative ad incassi al botteghino che, raramente, in questo periodo, premiano prodotti di questo tipo.

Vediamo perché, forse, stavolta dovrebbe essere diverso.

TRAMA

6 Underground è un film che si basa su una dinamica, per certi versi, già vista: un magnate miliardario recluta una squadra di mercenari per una pericolosissima missione, durante la quale, com’è prevedibile, le dinamiche del gruppo si consolideranno sempre di più.

Il finale aperto lascia spazio ad una prosecuzione della storia.

OPINIONI

6 Underground è un film che non ho apprezzato più di tanto: conosco l’opinione diffusa su Internet riguardo al regista e non è per questo che non ho gradito particolarmente la visione.

Già dalla prima scena, per altro ambientata a Firenze, si respira l’atmosfera generale che mi è sembrata, fin da subito, anche troppo esagerata e “sopra le righe”.

Suppongo di potermi abituare consultando e recuperando e consultando la filmografia del regista, ma quest’ultima non rientra esattamente tra i miei gusti-

TECNICAMENTE

Si tratta di un film originale Netflix, quindi suppongo che, almeno all’epoca dell’uscita, la compagnia non avesse grossi problemi di budget, data l’enorme mole di effetti visivi e speciali impiegati.

Un tratto caratteristico del regista è infatti quello di privilegiare gli effetti visivi e speciali che simulano le esplosioni, che immagino debbano essere molto costose.

La caratterizzazione dei personaggi è quasi completamente assente, al punto che non sappiamo neanche i loro veri nomi, ma solo il loro “numero”

CONCLUSIONI

Una pellicola senza pretese, o almeno così avrebbe dovuto essere, in realtà, nelle intenzioni del regista o dello sceneggiatore sono previsti almeno ben otto o nove sequel!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

LO STREAMING DELLA “MELA”

Posted on 16 Set 2019 in Attualità, Tecnologia, Televisione

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Le piattaforme streaming stanno diventando, gradualmente, una nuova realtà che acquisisce sempre maggiore importanza e una fetta di mercato sempre più ampia.

Pur non essendo esperti di finanza, quindi totalmente al di fuori delle “logiche di mercato” è infatti sotto gli occhi di tutti questa situazione, nella quale grandi società nel campo dell’intrattenimento stanno lanciando il proprio servizio streaming, in risposta all’imminente arrivo di Disney+, previsto, in America, per il 12 Novembre.

In uno  scenario simile, una sorta di  “guerra dello streaming” è ormai stata ufficializzata la notizia del lancio di Apple TV+, piattaforma streaming che verrà lanciata il 1°Novembre da Apple, società leader, finora, soprattutto nella produzione di un certo tipo di dispositivi e di sistemi operativi, come iPad, Ios, Mac, IPod e così via.

L’intenzione sembrerebbe essere quella di porsi in concorrenza con i principali servizi di streaming esistenti, come Netflix, Infinity e Amazon Prime Video.

Il catalogo di questo servizio streaming, almeno per il momento, non sembra particolarmente ricco, puntando, stavolta, esclusivamente su prodotti originali e mancando completamente produzioni “di terze parti”, provenienti, cioè, ad esempio, da canali televisivi a pagamento-.

Quello che potrebbe attirare il pubblico verso questo nuovo servizio è l’immediata disponibilità e il minor prezzo rispetto alla “concorrenza”.

Apple TV+ sarà, infatti, disponibile al lancio in più di cento Paesi, inclusa l’Italia, a soli € 4,99 al mese, leggermente meno del prezzo previsto, ad esempio, per Disney+.

Purtroppo circolano voci secondo cui sarà leggermente più difficile usufruire del servizio senza l’acquisto di un apposito dispositivo e non è ben chiaro se questo servizio streaming sarà compatibile con il PC o magari in esclusiva per i sistemi Apple.

Non ci resta che attendere circa due mesi per poter verificare personalmente la qualità e il funzionamento di questo servizio.

Pronti o no la “guerra” è aperta che vinca il migliore!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

LA NUOVA PIATTAFORMA STREAMING

Posted on 15 Mag 2019 in Attualità, Tecnologia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ricordate quando da piccoli correvamo al cinema con la nostra famiglia per vedere il nuovo classico Disney appena uscito nelle sale?

Bei tempi, vero?

Era un appuntamento annuale irrinunciabile, qualcosa a cui molti di noi ripensano ancora con grande tenerezza e nostalgia!

Da allora la tecnologia ha compiuto enormi passi in avanti, i tempi delle videocassette sono, ormai, un lontanissimo ricordo e per quei pochi fortunati che ancora ne possiedono il “rischio” è quello di trovarsi in casa un enorme e prezioso tesoro senza nemmeno rendersene conto!

Con l’avvento delle moderne tecnologie di fruizione di contenuti seriali e cinematografici si è aperta una nuova frontiera del mercato ed è stata “sfornata” una nuova, gustosissima “torta” di cui tutti sembrano volere una fetta.

Da qualche tempo, infatti, è ufficiale la notizia del prossimo rilascio di un servizio streaming on-demand targato proprio Disney, Disney+.

Disney+ si andrà, quindi ad aggiungere alla già vasta offerta di intrattenimento digitale di cui tutti, bene o male, fruiamo già, essendo, in molti casi, abbonati anche a più di un servizio alla volta.

Il fattore sul quale Disney+ potrà contare, tuttavia, sarà quello “nostalgico”, legato alla presenza, all’interno del proprio catalogo di quei classici Disney menzionati sopra, che hanno fatto e segnato l’infanzia di molti di noi, oltre a titoli di recente uscita al cinema, come Captain Marvel, Avengers: Endgame e l’intero “mondo” MCU, incluse produzioni originali ma legate al progetto.

Il costo del servizio, sul territorio americano, sarà di $ 6,99 al mese, se il cambio dovesse essere 1 = 1 significherebbe circa € 6,99 al mese.

Il lancio della piattaforma in America è previsto per il 12 Novembre 2019, mentre da noi si parla già dei primi mesi del 2020.

Personalmente sarei interessato, anche se, probabilmente, dovrei “sacrificare” qualcuna delle piattaforme alla quali sono già abbonato, quello meno utilizzato, bisogna vedere.

La possibilità di recuperare e rivedere questi vecchi film rimane, comunque, molto “stuzzicante”!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

UN’ESTATE AL CINEMA!

Posted on 02 Mag 2019 in Attualità, Cinema, Cultura

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il cinema è un mezzo espressivo potentissimo e con una grande storia alle spalle che inizia, infatti, ancora alla fine dell’Ottocento.

Nel corso della sua lunga vita , poi, il cinema è stato utilizzato anche come mezzo di propaganda, grazie ai cosiddetti “cinegiornali”, particolarmente diffusi durante la guerra, prima dell’invenzione della televisione.

Con il passare del tempo sono diventate chiare le enormi potenzialità di questo strumento, soprattutto a scopo di intrattenimento, grazie a grandi capolavori di questa nuova arte si è diffuso un modo tutto nuovo di concepire il mondo che ci circonda e di inventare e raccontare storie.

Sfortunatamente, con il passare del tempo e ancora di più negli ultimi anni, andare al cinema è diventato in passatempo piuttosto costoso, soprattutto per quanto riguarda il prezzo dei biglietti, non sempre così abbordabile, in aggiunta al fatto che, solitamente, in particolare in estate, la gente parte per le vacanze e le sale si svuotano.

Per “prevenire” questo fenomeno, quest’estate, alcune case di produzione e distribuzione hanno deciso di lanciare i propri titoli di punta proprio durante il periodo estivo, grazie ad una particolare iniziativa chiamata MovieMent. I titoli proposti spaziano tra vari generi, dall’horror, con l’uscita nelle salr fi Annabelle 3 ai remake 3D/live action dei classici Disney con Il Re Leone, dalla fantascienza comica, con Men in Black-International all’action con Fast & Furious-Hobbs & Shaw e tanti altri.

Per ricevere informazioni più complete è sufficiente andare sul sito ufficiale www.movie-ment.it e compilare l’apposito “modulo” che consente, presumibilmente, di ricevere aggiornamenti sull’iniziativa. Da segnalare, tra le altre curiosità, la presenza di un piccolo spot pubblicitario che precede l’inizio delle proiezioni dei film in sala nell’ultimo periodo.

Personalmente ammetto di essere venuto a conoscenza di questa rassegna in tal nodo e penso che si tratti di un’ottima forma di promozione, sono contento e trovo che MovieMent sia una buona idea.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

BLACK MIRROR: BANDERSNATCH RECENSIONE

Posted on 28 Gen 2019 in Attualità, Cinema, Tecnologia, Televisione, Videogiochi

  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares

Titolo: Black Mirror: Bandersnatch
Nazione: USA
Anno: 2018
Con: F.Whitehead, A.Lowe

INTRODUZIONE
Teoricamente un film o un episodio di una serie televisiva dovrebbero essere una cosa totalmente differente da un videogioco, dato che si tratta di due media diversi, ognuno con linguaggi e regole proprie.

Esistono casi, però, in cui, per tentare di fare qualcosa di originale ed innovativo, questi due prodotti si contaminano a vicenda, come in questo caso.

TRAMA
Black Mirror: Bandersnatch è il primo e finora unico esperimento interattivo, basato su una popolarissima serie tv inglese che esamina, estremizzandole, le possibili problematiche derivanti da un uso eccessivo della tecnologia.

Stefan è un giovane programmatore che viene assunto da un’azienda con il compito di creare il prossimo successo videoludico.

La pressione sarà tanta e tale da spingere il ragazzo alla pazzia.

OPINIONI
Black Mirror: Bandersnatch è un esperimento interattivo, quindi, per sua stessa natura, molto più simile ad un videogioco che ad un prodotto televisivo classico.

In quest’ottica posso anche comprendere che qualcuno abbia “storto il naso”: credi di guardare un normale episodio di una serie tv e ti ritrovi, di fatto, davanti ad un videogioco più o meno strutturato come un’avventura grafica,  simile ad una produzione TellTale, piuttosto che alla puntata di uno show. Bisogna, in un certo senso, sapersi “adeguare” al progresso, informarsi e capire a cosa si sta andando incontro.

Una volta acquisite queste premesse, poi, è ovvio che, allo “spettatore medio” possa anche non piacere, non siamo tutti uguali.

TECNICAMENTE
Questo esperimento interattivo ha anche alcuni lati negativi, che vengono allo scoperto soprattutto per quanto riguarda il “gameplay”.

Effettivamente, in alcuni punti, la storia ti “costringe” a tornare indietro, obbligandoti a compiere una determinata azione, quindi  può essere difficile arrivare alla fine.

Le “scelte”, però, sono ben integrate e il possibile “stop” alla trama  viene sostituito da particolari inquadrature sui personaggi.

CONCLUSIONI
Un prodotto, in un certo senso, di non facile collocazione, che si inserisce in un ambito inusuale per la televisione e il cinema.

Non so voi, ma io spero che, in un certo senso, questo possa essere solo l’inizio di qualcosa di nuovo.


  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares
Read More

Navigando tra queste pagine, esprimi il tuo consenso all'utilizzo dei cookies. Maggiori Info

Un cookie è una piccola quantità di dati inviati al tuo browser da un server web e che vengono successivamente memorizzati sul disco fisso del tuo computer. Il cookie viene poi riletto e riconosciuto dal sito web che lo ha inviato ogni qualvolta effettui una connessione successiva. Come parte dei servizi personalizzati per i suoi utenti, il nostro sito utilizza dei cookie per memorizzare e talvolta tenere traccia di alcuni dei dati personali forniti dagli utenti stessi.

Ti ricordiamo che il browser è quel software che ti permette di navigare velocemente nella Rete tramite la visualizzazione e il trasferimento delle informazioni sul disco fisso del tuo computer. Se le preferenze del tuo browser sono settate in modo da accettare i cookie, qualsiasi sito web può inviare i suoi cookie al tuo browser, ma – al fine di proteggere la tua privacy – può rilevare solo ed esclusivamente quelli inviati dal sito stesso, e non quelli invece inviati al tuo browser da altri siti.

Per maggiori informazioni sui cookies, visita questo sito.

Chiudi